Usare Python con Visual Studio Code e WSL

  • Post by Giovanni Metitieri
  • May 17, 2020
post-thumb

In questo periodo sto utilizzando Python per parsare alcuni contenuti da Twitter, di seguito vi spiegherò come ho fatto per preparare il mio ambiente di sviluppo che sfrutta le potenzialità di linux unite alla comodità dell’ interfaccia di Windows.

Per questo articolo, do per scontato che avete un installazione di WSL regolarmente funzionante, se non l’ avete basta davvero poco:

In powershell (come amministratore):
Enable-WindowsOptionalFeature -Online -FeatureName Microsoft-Windows-Subsystem-Linux

Dopo il riavvio, vi basta poi installare Ubuntu o il sistema che preferite dallo store di microsoft

Vi consiglio anche l’ ottimo Windows Terminal che vi permette di interagire con un terminale più avanzato rispetto alla solita shell di windows.

Iniziamo

Per prima cosa, installiamo Visual Studio Code e l’ estensione Remote - WSL . Ora apriamo il terminale, colleghiamoci alla nostra installazione WSL. Installiamo quindi python ed i componenti necessari:

sudo apt-get update
sudo apt install python3-pip python3-minimal python3-venv

Ora spostiamoci nella cartella in cui ci interessa lavorare e sviluppare in python con il terminale, nel mio caso:

cd /mnt/d/Dropbox/Documents/Software/tweepy_bot

Non resta che aprire la cartella con code:

code .

Verranno scaricati dei componenti, una volta fatto ciò, WSL e Code in Windows saranno integrati.

Mancherà però il supporto python e la sua configurazione che eseguiremo in seguito.

Per chi preferisce ottimizzare un pò il tempo impiegato è possibile inserire un alias simile nel .bash_aliases :

alias twepy='cd /mnt/d/Dropbox/Documents/Software/tweepy_bot && code .'

In modo da digitare semplicemente il nome dell’ alias in futuro e ritrovare il nostro ambiente pronto!

Configuriamo Python

Giunti a questo punto, abbiamo abilitato WSL, installato Python ed integrato il tutto con Code, non resta che configurare python! Come fare? Semplicissimo, basta installare un apposita estensione: Python e poi creare un file con estensione .py ed in automatico ci verrà chiesto l’ interprete di pyhon da usare (nel mio caso 3.6.9) e tramite PIP verranno installati alcuni componenti necessari al funzionamento con code.

Ora funziona tutto, tuttavia se conoscete un pò lo strumento, le best practice suggeriscono di usare un virtualenv per cui come integrarlo? Basta continuare a leggere!

Integriamo Python,Code e Virtualenv

Dal terminale, dobbiamo digitare questi comandi:

python3 -m venv .venv
source .venv/bin/activate

Verrà quindi creato l’ ambiente per un virtualenv ed attivato lo stesso. Non resta quindi che abilitarlo di default selezionandolo in basso a sinistra tra gli interpreti disponibili di Python.

Una volta fatto questo step, vi verrà chiesto nuovamente di installare i moduli necessari a Code e potrete sfruttare qualunque componente compatibile.

Conclusione

Da questo momento, chiudendo code e riaprendolo con il nostro alias, o a mano, appena clicchiamo su un file con estensione .py verrà automaticamente abilitato il virtualenv ed il nostro ambiente di sviluppo.

Per approfondire:

https://docs.microsoft.com/it-it/windows/wsl/install-win10

https://code.visualstudio.com/docs/python/python-tutorial

comments powered by Disqus
LATEST POST
  • Post By Giovanni Metitieri
  • May 17, 2020
Usare Python con Visual Studio Code e WSL
  • Post By Giovanni Metitieri
  • Apr 26, 2020
Come creare un NAS casalingo in modo facile e veloce
  • Post By Giovanni Metitieri
  • Apr 24, 2020
Aggiornare OpenMediaVault4 ad OpenMediaVault5
CATEGORIES